Stefano Bollani torna in tv con Valentina Cenni invitando gli spettatori nella loro casa di fantasia fra musica e cultura, aneddoti e ospiti dal lunedì al venerdì dalle 20.20 alle 20.45 su Rai tre, in onda dal 15 marzo.

 

Venticinque minuti per suonare, cantare, ma anche divertire e raccontare tante cose nuove sulla musica, sulla sua storia, sulle sue capacità di renderla un efficace antidoto “contro il logorio della vita moderna”. Quali migliori interpreti allora, per un intrattenimento rapido e intelligente se non Stefano Bollani e la sua deliziosa mogliettina Valentina Cenni, entrambi artisti di talento e coppia affiatatissima nel bucare lo schermo? Aneddoti scientifici, racconti di vita intersecati con cenni di filosofia, magia, esoterismo ma in primis musica di ogni luogo e tempo. Il tutto trattato con la leggerezza e l’ironia che è il tratto distintivo di Bollani, in grado di mescolare con il suo stile l’inclito e il colto, il rock e Mozart, la bossa nova e l’hip hop e l’innata grazia di Valentina Cenni, perfetta sparring partner che con garbo e celata malizia indaga gli aspetti più emozionali della musica, introduce e interroga gli ospiti ( mai banali) tiene in piedi il filo della narrazione della giornata e di tanto in tanto duetta col “maestro”. C’è poco da dire, una tantum, Rai “azzecca” un programma di livello in una fascia di non facile ascolto, mentre imperversano telegiornali di parte e telenovele infinite. Lo fa attraverso la musica e la costruzione di uno spartito accattivante e mai scontato, come detto, interpretato al meglio dal versatile e bravissimo Bollani e dalla Cenni, attrice, ballerina, cantante, entertainer di vaglia e i tanti ospiti, uno per puntata, che si affacciano nel salotto. Si va da Vinicio Capossela a Ornella Vanoni, da Cristina Donà a Checco Zalone, da Neri Marcorè a Edoardo Bennato, tutti rigorosamente dal vivo con Bollani al piano, ad accompagnare e reinterpretare i loro brani. Dunque, puro artigianato musicale, senza basi, senza applausi di figuranti per un autentico piacere destinato ad un pubblico raffinato e competente. In casi del genere vanno sottolineati i meriti ascrivibili alla produzione Ballandi e per Rai tre a Fosco D’Amelio, Giorgio Cappozzo, Rossella Ricci più i nostri Cenni&Bollani in collaborazione con gli autori Francesca Talamo e Marco Verdura. Il tutto per la regia di Alessandro Tresa. Ovviamente consigliato nella speranza che duri ancora a lungo.

data di pubblicazione:22/04/2021

Share This