Un cuoco rimasto vedovo; tre figlie uscite di casa, ognuna con la propria vita. Il rito di mangiare insieme la domenica perché attraverso il cibo si comunica più che con tante parole: un padre chef che, cucinando cose raffinate, coccola e fa aprire i cuori delle sue donne, vigilando anche sulle loro vite sentimentali. Questa pellicola, una delle prime meravigliose prove del pluripremiato regista Ang Lee, non può che ispirare una ricetta dal gusto orientale: pollo all’ananas.

INGREDIENTI: 1/ 2 KG di petto di pollo tagliato a bocconcini – ½ bicchiere di vino bianco secco- 1 scatola piccola di ananas sciroppato – qualche goccia di salsa di soia non salata – 2 cucchiai da tavola di farina -1 cucchiaio da tavola di mandorle pelate tagliate a lamelle- sale, pepe e olio q.b..

PROCEDIMENTO: Mettere in una pentola antiaderente dal bordo alto l’olio, i bocconcini di petto di pollo precedentemente infarinati e le mandorle tagliate a lamelle; correggete di sale e pepe nero e fate rosolare. Quando osserverete la crosticina, bagnate il tutto con il vino bianco e fate evaporare a fuoco vivace. A questo punto versate lo sciroppo contenuto nella scatola di ananas, abbassate la fiamma, coprite e lasciate cuocere per 15 minuti. Quindi aggiungete le fette di ananas tagliate a pezzi irregolari non molto grandi e, dopo aver girato, qualche goccia di salsa di soia non salata. Fate cuocere ancora per 5 minuti e servite. Questo piatto può essere anche preparato prima e scaldato. Ideale per le cene in piedi o dal gusto orientale, si accompagna bene se servito con del riso alla cantonese.

Share This