Lo stress prenatalizio, che fa esplodere i conflitti interpersonali e porta a  emergere improvvise voglie di fuga, non è solo  caratteristica nostrana (ricordate “Matrimoni” della Comencini?) ma evidentemente miete vittime anche oltr’alpe. Il film della Thompson segue le vicende di una famiglia “allargata” nei tre giorni prima del 25 dicembre, da un funerale dove tutti bisbigliano dei preparativi e dei regali da fare fino al giorno del fatidico pranzo che non vedremo (ma nei titoli di coda c’è una autentica ricetta francese). Vediamo i personaggi nei loro intricati rapporti e sentiamo le loro confessioni rivolte direttamente al pubblico in una indovinata soluzione da quarta parete. Appena un pizzico di deja vu viene perdonato grazie alla brillantezza dei dialoghi e alla bravura iperbolica degli attori: Sabine Azema (scatenata anche nel ballare e cantare), le incantevoli  Emanuelle Behart e  Charlotte Gainsbourg e i carissimi Claude Rich e Francoise Fabian: scusate se è poco…

A questo film non possiamo che abbinare la sua ricetta, Dinde de Noel ovvero Tacchino di Natale al fois gras, perfetta per un buon….pranzo di Natale!

INGREDIENTI (x 8 persone): Un bel tacchino –  400 g di fois gras fresco – 2 dadi di brodo di pollo – 200 g di salsicce di maiale – 100 g di scalogno – 1 bel fungo porcino – 3 cl di vino rosso – burro q.b. – per la salsa – 20 cl panna liquida – 50 g de fois gras

PROCEDIMENTO: Lasciate soffriggere in una terrina un pò di burro, aggiungete lo scalogno a fette sottili e fate indorarlo in un poco di burro, aggiungete i funghi. Lasciate cuocere da 5 a 6 minuti girando di tanto in tanto; quindi, in un robot da cucina, unire alla carne della salsiccia, i funghi e lo scalogno appena cotti. Prendete poi il fois gras fresco, tagliatene 2 belle scaloppine e mettetele da parte, ed incorporate quindi il resto del fois gras nel robot, aggiungete del sale, del pepe e frullate il tutto. Con questa farcia così ottenuta, riempire la tacchina; poi, con un coltello incidete la carne per poter scollare delicatamente la pelle, ed introducete, tra la carne e le pelli le 2 scaloppine di fois gras che avete tenuto da parte. Preriscaldate il vostro forno a 200°. Prendete una grande pentola di coccio o marmitta, riempitela a metà di acqua. Aggiungete i 2 dadi di brodo di pollo, portate poi a ebollizione  e mettete la tacchina a bollire per circa 30 minuti (o meno a seconda delle sue dimensioni). Dopo che si è sgrassata in acqua, disponete la tacchina in un grande piatto, aggiungete sale e pepe q.b.. Infornatela per 1 ora e 30 minuti, senza dimenticare di irrorare di tanto in tanto con del vino affinché la carne non si secchi.

Per la crema da servire con il tacchino:

Con un mestolo, prelevate circa 2 a 3 loschi di succo di cottura nel piatto della tacchina, mettete il succo in una casseruola e fatelo ridurre per metà a fuoco vivo. Lasciate poi la fiamma a fuoco dolce, incorporate la panna liquida con l’aiuto di una frusta. Tagliate i 50 g di fois gras in piccoli dadi e, una volta che la crema è molto calda, aggiungete i dadi di fois gras, sempre alla frusta. Lasciate cuocere 3/5 minuti, ritirate del fuoco e servite con la tacchina.

Share This