A Medellin si spara come se niente fosse, i ragazzi vanno in giro con il “pezzo” (la pistola), lo stereo e il rosario a collo, i fuochi d’artificio non indicano una festa di quartiere ma celebrano l’arrivo in America di un carico di coca. In questo inferno nasce un grande amore tra lo scrittore Fernando Vallejo (autore del romanzo da cui il film ) e un sedicenne killer e battone. In bilico tra il visionario e il film a dialoghi, l’opera di Scroeder è, per me, in parte irrisolta ma comunque interessantissima.

[sc:voto2]

Share This