L’esordio cinematografico di Sophie Marceau, nonché la famosa colonna sonora rappresentata dalla canzone Reality di Richard Sanderson, hanno ispirato il nome di questo dolce: si tratta di uno strudel veloce, la cui ricetta mi è stata raccontata in strada da una signora, di cui non ricordo il nome, mentre ci accingevamo a fare una vendita di beneficienza. Semplice, ma di gran gusto.

INGREDIENTI:1 rotolo di pasta frolla surgelata già stesa – 3 cucchiai di zucchero di canna – il succo di ½ limone – 3 mele di diversi tipi – 1 cucchiaio abbondante di cannella –-½ etto di pinoli – 4 gherigli di noci tritate grossolanamente- ½ etto di uvette passe di diversi tipi- 3 cucchiai di marmellata di albicocche o di limoni o di pere – zucchero a velo per decorare.

PROCEDIMENTO: Sbucciare le mele, farle a spicchi non troppo spessi e metterle in una terrina con il succo di ½ limone. Girarle, scolarle ed adagiarle su di una padella antiaderente con lo zucchero di canna. Fatele caramellare a fuoco moderato. Quando saranno asciutte perché avranno assorbito lo zucchero, mettetele in una pirofila per farle freddare. Aggiungete i pinoli, le noci sminuzzate a mano, le uvette fatte rinvenire in un po’ di rum e strizzate, e la cannella. Girate. Su di una leccarda mettete un foglio di carta da forno e stendeteci il rotolo di pasta frolla; mettete l’impasto di mele e frutta secca, spandete per tutta la superficie le mele con un cucchiaio e mettete qua e là piccole porzioni di marmellata. Arrotolate, rimboccate gli orli e punzecchiate con una forchetta. Se volete potete mettere dei piccoli fiocchi di burro, ma non è indispensabile oppure con un pennellino da cucina spalmare un tuorlo d’uovo per rendere lucida la superficie dello strudel. Infornate in forno termo-ventilato ben caldo a 180° per circa 20 minuti. Quando la superficie sarà dorata, estraete il tutto e fate intiepidire. Spolverizzate di zucchero a velo.

Questo strudel è ottimo da servire con un the al pomeriggio anche freddo, oppure tiepido come dolce a fine pasto servito a porzioni ed accompagnato con del gelato alla crema o con della panna montata.

Share This